Bando per l’assegnazione di contributi a progetti ed iniziative relativi al patrimonio storico della Prima Guerra Mondiale

Alla Direzione Generale Archeologia Belle Arti e Paesaggio
del Ministero  dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo

L’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara (http://www.isco-ferrara.com) in collaborazione con l’Istituto Don Calabria di Ferrara (https://www.cittadelragazzo.org) ha posto in essere un progetto relativo al patrimonio della Prima Guerra Mondiale che rientra nelle tipologie indicate dal Bando:

  1. Ricognizione e censimento del patrimonio storico della Prima Guerra Mondiale
  2. Valorizzazione del patrimonio storico della Prima Guerra Mondiale

La Prima Guerra Mondiale è stata un grande conflitto moderno, caratterizzata dallo scontro epocale tra la limitatezza dell’individualità umana e il prodotto dei massimi progressi tecnologici e scientifici applicati in campo militare. Ne scaturì un conflitto drammatico, destinato a lasciare una traccia indelebile sui diversi milioni di soldati che vissero l’esperienza della trincea. L’impatto mentale della guerra risultò evidente dall’ampia casistica delle malattie mentali conseguenti, la cui identificazione e cura produssero sviluppi anche in campo medico.

A Ferrara, zona di retrovia al di là del fiume Po, nel 1916, venne fondato dal neuropsichiatra prof. Boschi Gaetano, il primo Ospedale Militare Neurologico Italiano per nevrosi di guerra.

Il prof. Boschi, osservatore privilegiato ebbe la possibilità di sperimentare e studiare i militari colpiti da nevrosi dovuta alla guerra, e diede un importante contributo agli sviluppi della neuropsichiatria applicata.

Presso l’ospedale di guerra vi furono ricoverati, fra gli altri, gli artisti Giorgio De Chirico e Carlo Carrà. 

L’interessante storia  della sanità di guerra e in particolare di questo primo ospedale per nevrosi di guerra, la particolarità del luogo in cui era collocato (Villa del Seminario) ha portato l’associazione Istituto di Storia Contemporanea e l’Istituto Don Calabria “Città del Ragazzo”, che dal 1951 occupa con le sue attività di formazione la “Villa del Seminario”,  a porre in essere un progetto di censimento di tutti i materiali relativi all’ospedale e all’attività del prof. Boschi, da collocare presso l’ex-Ospedale Militare, in modo da iniziarne a ricostruire la storia, cercando di mettere in evidenza non solo l’apporto dato dagli studi e dalle primissime ricerche che li vennero effettuate dal prof. Boschi ma anche il percorso artistico che elaborarono artisti come De Chirico e Carrà, ricoverati  in quel luogo durante il conflitto.

Oggetto dell’intervento:

-Ricognizione e censimento dei materali documentari (librari e fotografici) relativi al primo Ospedale Militare Neurologico per nevrosi di guerra ed alla figura del prof. Gaetano Boschi, Direttore della struttura.

-Valorizzazione di un’attività propedeutica ad un futuro progetto di percorso didattico museale permanente “Salvaguardia, valorizzazione e costruzione di un percorso della memoria del Primo Ospedale Militare Neurologico Italiano per nevrosi di guerra (Villa del Seminario) 1916-18”.

-Catalogazione della documentazione e conseguente realizzazione di un sito web per permetterne la consultazione al pubblico

Descrizione particolareggiata dell’intervento che si intende realizzare e delle singole fasi

1)Ricerca presso diversi Archivi di Stato e privati, del Manicomio Provinciale e della Sanità Militare di tutti i documenti relativi a:

-l’organizzazione e l’attività svolta all’interno dell’ospedale dal punto di vista della ricerca medico-scientifica/terapeutica e le riunioni medico-militari

-documentazione relativa all’attività pittorica eseguita dagli artisti suddetti

2)Censimento e catalogazione dei documenti del fondo Eredi Boschi

3)Realizzazione di un sito web dedicato, accessibile a disabili, “responsive” quindi automaticamente adattabile al device utilizzato: smartphone, tablet o pc.

4)Elaborazione di un progetto museografico, da realizzare successivamente presso ex-Villa del Seminario, in collaborazione con gli architetti di Tryeco.com

Ad oggi sono già state messe in campo alcune iniziative tese alla valorizzazione di queste vestigia:

-Convegno sulla “Sanità di guerra”, presente il dott. Daniele Ravenna, del MiBAC e del dott. Leonardo Raito, Docente universitario di Storia contemporanea

-Pubblicazione del libro “Il silenzio e la cura” a cura dell’Associazione “De humanitate Sanctae Annae”, associazione di medici esperti in storia della medicina, di Ferrara

Più incontri con gli Eredi Boschi per una ricognizione del fondo librario

-Illustrazione dell’attività dell’Ospedale Neurologico e della figura del Dott.Boschi alla Biblioteca della Camera dei Deputati, presente al tavolo dei relatori il Ministro Dario Franceschini, durante una conferenza della Commissione Parlamentare d’inchiesta sull’uranio impoverito centrata su una proposta di legge inerente lo Stress Post Traumatico

-Lapide commemorativa a Palazzo Costabili-Bevilacqua, sede dell’Università di Ferrara, già residenza della Famiglia Boschi, in onore dello scienziato, alla presenza del Magnifico Rettore.

© Istituto Don Calabria - Città del Ragazzo
Viale Don Giovanni Calabria, 13 - 44124 Ferrara
Tel. 0532-741515
PEC: amministrazione.idc@pecsicura.it
Privacy Policy
Credits:
Webdesign > H2Mstudio
Website Administrator_Rodolfo Liboni